Datevi il permesso, spezzate le catene.

E’ ora di partire, lasciando indietro i pesi che vi hanno limitato e afflitto. Per fortuna il viaggio non è per scappare da se stessi, ma per incontrare il proprio sé, finalmente liberato.

Il viaggio non sarà faticoso, basterà usare l’immaginazione e il desiderio. Per prima cosa sarà bene essere onesti e individuare i veri motivi che hanno causato l’aumento di peso.
Ognuno dovrà capire quale motivo ha più di tutti influenzato le proprie scelte alimentari.

Cosa è successo?
Dopo un periodo di lavoro intenso, per un dispiacere, una separazione, un trasferimento, un cambiamento di vita, una depressione o qualsiasi altro motivo, pigrizia inclusa, vi siete lasciati andare pian piano alla consolazione che il cibo vi ha offerto, indugiando a tavola il più tempo possibile e concedendovi tutto quello che vi veniva in mente. E più ingrassavate più vi sentivate dipendenti dal cibo e incapaci di rompere la catena “dieta-ingrassamento-ancora dieta” innescando la Sindrome dello Yo-Yo, in cui si alternano fasi di dieta drastica a periodi di super alimentazione.

Oppure eravate persone molto sportive e in forma, ma con gli anni avete ridotto l’attività e iniziato a prendere peso. Perciò oggi non sapete più mettervi un freno?

Come se ne esce?
Si chiama BINGE EATING, cioè ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA.
Sapete di voler dimagrire e ogni lunedì cominciate una dieta, per poi abbuffarvi durante il week end e ricominciare da capo, arrivando fino alla conclusione che per voi non c’è più niente da fare.
Per prima cosa PERDONATEVI. E non pensate che ormai sia tardi.

Subito dopo esprimete un desiderio. Sapete come si fa?

Trovate la molla dentro di voi.
Cosa sareste pronti a fare per quel desiderio? Quali vantaggi immaginate di poter avere? Perché volete perdere peso? Quanto ne volete perdere? Quale riscatto pensate di poter meritare? Come immaginate di presentarvi davanti a chi non credeva che ce l’avreste fatta? Quanto godimento potrete assaporare quando sarete finalmente arrivati alla vostra meta?

Scrivetelo ora!
Rispondete alle domande fatte qui sopra. Fate come Sabina.
“Io vorrei tornare in forma per riacquistare la mia dignità, troppe volte mi lasciano indietro, mi prendono in giro e non mi coinvolgono. Sarei pronta a camminare un’ora al giorno, a fare esercizi mentali per scardinare le vecchie abitudini, a non mangiare fuori pasto. Vorrei solo essere una persona normale che si nutre normalmente senza bisogno di esagerare”
“Se fossi magra, insomma normopeso, diciamo con 10/15 chili in meno, quali vantaggi avrei? Sicuramente farei meno fatica, camminerei con più scioltezza, potrei fare movimenti cui ho rinunciato da tempo, come mettermi lo smalto sulle unghie dei piedi. Potrei trovare più facilmente la mia nuova taglia nei negozi di abbigliamento. Forse non mi interessa chissà un eventuale riscatto, la leggerezza riconquistata mi basterebbe, il godimento sarebbe enorme!”

Andate a rileggere il Dio Desiderio. La potenza del desiderio è grande. Sarà capitato a tutti di voler avere fortemente una cosa, una relazione, un regalo, una situazione favorevole, un posto di lavoro, un viaggio importante… Avete messo via i risparmi, avete rinunciato ad altre cose, vi siete impegnati perché tutto andasse bene, avete sperato e investito tutti i vostri pensieri in quel desiderio e alla fine ce l’avete fatta! Provate allora a rivivere quei momenti, a come il sacrificio non avesse importanza, rispetto all’obiettivo che volevate centrare e alla gioia provata al raggiungimento del vostro sogno.

Invocando il Dio Desiderio costruite il vostro mantra o – se volete – la vostra asserzione positiva o il vostro motto.

Sabina potrebbe scegliere fra le parole che ha scritto le più significative. Per esempio:

Dignità-Nuova Taglia-Leggerezza

e ripeterselo ogni volta che rischia di venire meno agli impegni che ha preso con se stessa.

Potrebbe ricamare quelle parole su stoffa, dipingerle su un quadretto, su una maglietta, farne un vero e proprio stemma.

Sabina ha quindi scelto come immagine un tulipano, il suo fiore preferito, colorato, elegante e leggero, in cui si identifica molto.


Solo il desiderio porta al premio finale e chi non sa desiderare non otterrà mai ciò che vuole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...