Il Dio Desiderio

Desiderio

Il Mito. Vi fu un tempo in cui il Padre Fuoco era così inquieto da non riuscire a dormire. Le notti dei luandiani erano squarciate dai lampi e dalle fiammate del Vulcano Supervio. Anche la Madre Acqua era nervosa e preoccupata: le giornate erano così calde che dalla sorgente usciva direttamente vapore acqueo. I vecchi del villaggio indissero allora una grande assemblea permanente per cercare una soluzione.

Dalla folta foresta, una sera, uscì uno splendido giovane e si diresse presso il luogo della veglia. Camminando lasciava dietro di sé una scia di trifoglio appena spuntato e l’aria intorno si faceva sempre più fresca. Arrivato al luogo dove erano radunati i luandiani, salì sul ramo più basso di una grande quercia e cominciò a parlare loro.

“Amici, vi vedo stanchi e provati. Sono giorni e notti che discutete, ma nulla succede. Mia Madre mi ha mandato presso di voi per insegnarvi la strada giusta. Quello che dovete fare è semplice e complicato allo stesso tempo. Mettete la mano destra sul cuore, chiudete gli occhi e cominciate a pensare alla freschezza dell’isola di Luanda. Inspirate forte e ricreate dentro di voi il profumo della foresta, percepite la brezza che viene dal lago e sentite le gocce di pioggia cadere sulle vostre guance.
Decidete ora che è questo quel che volete e avrete imparato a desiderare. Non c’è nulla di più potente del Desiderio. Abbatte qualunque ostacolo e corre veloce fino alla propria realizzazione.
Solo il desiderio porta al premio finale e chi non sa desiderare non otterrà mai ciò che vuole.

Poi, mentre i luandiani iniziarono a desiderare il cambiamento, il magnifico Dio Desiderio cominciò ad arrampicarsi sulla quercia.
Arrivò sulla cima e vide che il vulcano si era calmato, così come il Dio Padre Fuoco.

La madre Acqua venne a prenderlo cavalcando una nube e mentre risalivano cominciò a piovere.
Dopo tre giorni Luanda tornò a essere la terra fresca e feconda di sempre.

4 pensieri su “Il Dio Desiderio

  1. Pingback: Pomi d’ottone e manici di scopa. | Gli Dei della Dieta

  2. Pingback: Il rito del desiderio | Gli Dei della Dieta

  3. Pingback: Datevi il permesso, spezzate le catene. | Gli Dei della Dieta

  4. Pingback: 3 giorni paradossali | Gli Dei della Dieta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...