Il Dio Raccoglimento

Raccoglimento è il Dio che invita ai pensieri positivi. Più volte al giorno, grazie al raccoglimento, potremo fare la differenza fra il sopravvivere alla cieca e avere una rotta.

Nacque sulla luna, ma si sentì subito solidale con la terra di Luanda, che osservava da lontano attratto dal pennacchio del vulcano Supervio.

La Madre Terra si accorse subito della sensibilità del giovane dio lunare e instaurò in fretta un collegamento mentale per avvicinare il dio Raccoglimento ai Luandiani.

Nella prima notte di luna piena, la Madre Acqua salì sulla sua canoa e raggiunse il riflesso della luna al centro del lago Comaranto, le bastò concentrarsi e tendere la mano al dio lunare per accoglierlo sull’imbarcazione.

Grazie al dio Raccoglimento il lago restò calmo per tutta la traversata, la Madre Acqua, grata, lo portò sul Supervio, dove il giovane conobbe il padre Fuoco e lo aiutò a contenere le eruzioni di lava, semplicemente col pensiero.

Da allora il dio viene in aiuto ai luandiani per placare gli eccessi e le intemperanze dei loro caratteri e condurli sulla giusta rotta della salute e del benessere.

Gli influssi del Dio Raccoglimento rendono le persone sensibili al cambiamento. E’ il Dio dell’illuminazione e regola il dialogo interno.
Quando capita di rivolgersi al proprio sé interiore per esprimere rabbia o malcontento, è il momento di invocare il dio lunare, citando uno dei suoi pensieri positivi.

Per invocare il Dio Raccoglimento, quando ci prende un attacco di fame improvvisa, non ci sono preghiere lunghe o complicate, ma un solo semplicissimo, quanto indispensabile, mantra:

Mi aiuta
o non mi aiuta?

Da chiedersi quando si subisce un black out che scatena una voglia incontrollata di cibo, rovinando il percorso fatto finora.

Il simbolo del Dio Raccoglimento è la luna. I suoi devoti aggiungono ciondoli raffiguranti il nostro satellite al cellulare, al portachiavi, al braccialetto… oppure ne conservano l’immagine nel portafogli.

Un lunedì da Dei.

Ogni giorno della settimana è sotto la protezione degli Dei della Dieta, del Dio Padre Fuoco e della Dea Madre Acqua.

Il lunedì è il giorno delle regole, dedicato alle due dee Lista e Previsione. Per iniziare al meglio è importante organizzarsi. Ma in questa giornata si stabiliranno soltanto
le nostre regole.

La parola del Lunedì è SCELTA.

Grazie alle liste ben preparate rivolgendoci alle dee del giorno, potrete avere un vero tesoro a portata di mano, utilissimo nel guidare le vostre scelte. In questo post e in quest’altro un’idea di quel che dovremmo scrivere, per non restare mai senza risorse.

Ricordandovi di rileggere le vostre liste, scritte personalmente, mettendoci la testa e il cuore, potete cominciare a scegliere i piatti che comporranno la vostra settimana da Dei.

La programmazione dei pasti composta da voi stessi, invece di un regime imposto, oltre ad esserci più gradita, comporta un’assunzione di responsabilità che a lungo andare si rivelerà molto educativa.

Costruirete il vostro regime dietetico, mescolando i cibi dei diversi elenchi. Ovviamente in quantità minima i cibi degli elenchi A B e C, senza sensi di colpa con le liste E F H e L, a volontà con gli altri. Ottenendo comunque un’alimentazione varia, gustosa, leggera e, soprattutto, su misura dei nostri gusti.

Ecco le liste.

A. cibi pericolosi per la linea che però ci fanno impazzire.

B. cibi nostalgici, dalla cucina di nonna.

C. cibi che usiamo per calmarci i nervi.

D. cibi light che invece ci piacciono molto.

E. cibi veramente sani.

F. dessert che potrebbero non essere così ingrassanti.

G. contorni decisamente interessanti.

H. secondi piatti appetitosi, ma leggeri.

I. spuntini rompifame innoqui.

L. colazioni sane e gustose.

A questo punto c’è ancora un suggerimento da adottare: raccogliamoci in meditazione ad occhi chiusi, pregustando il menu che stiamo per mangiare, ripassando a mente profumo, consistenza, rumore, sapore del cibo che è davanti a noi, esplorando le nostre sensazioni, conquistando la calma che deve essere sempre lo stato d’animo ideale quando si mangia, per evitare colpi di testa che ci facciano andare fuori strada.

Per quest’ultima parte chiederemo aiuto al Dio Raccoglimento, che incontreremo a breve.